Archivi

Khadi: incubo capelli bianchi? La natura ci da una mano!

Quanti di voi, amici di Beauty Guru per Caso, sono già alle prese con i primi capelli bianchi? Questi piccoli, quasi impercettibili filamenti di materia capillare che non si notano mai, ma tornano pienamente e sfacciatamente visibili in pole position sulla fronte nei momenti meno opportuni, sono l’incubo di tutte noi piacenti donne, ma anche di lor signori piacenti uomini 🙂

Ecco il motivo (problema comune) per cui oggi vi parleremo di tinte per capelli e poichè, come ben sapete ormai, siamo amanti di tutto ciò che è naturale, abbiamo sperimentato per voi un prodotto della marca Khadi, acquistato presso il sito “Easyncool”: la tintura vegetale color Castano Chiaro (light brown)!

download (1)

Intanto vale la pena spendere due paroline su questo negozio online, che vende cosmetici ecobio ed anche accessori originali di fattura artigianale, molto particolari. Innanzitutto, hanno spese di spedizione alquanto basse (3,90 euro.. forse le più convenienti riscontrate finora) e in più prevedono ulteriori sconti, sia sulla merce che sull’invio in rapporto alla soglia di spesa che si raggiunte, con diversi step che arrivano fino a 15 euro! 

Ciò che ci ha colpito subito è stata la prontezza e l’efficienza con la quale è possibile ordinare e perfino chiedere consigli sui prodotti disponibili: vi è una infochat attiva praticamente sempre, ma si può anche procedere mediante Whatsapp!! 😀

Insomma, un sito veramente affidabile ed in continuo aggiornamento, dal quale certamente ci riforniremo praticamente sempre, data la gentilezza degli operatori e la disponibilità e qualità delle marche trattate (pare che stiano anche rifornendo nuove marche.. buon per noi!)

Detto ciò, passiamo alla recensione della tinta vegetale Khadi: la base su cui essa è stata applicata è un castano chiaro, “maltrattato” da una precedente decolorazione e shatush biondo chimico su capelli sfibrati e con doppie punte… insomma, una schifezza!

La confezione contiene 100 gr di tintura in polvere, guanti di plastica, cuffietta di plastica ed il foglietto illustrativo in cui è dettagliatamente spiegato come procedere!

Prendete il contenuto della busta e versatelo in una ciotolina abbastanza ampia per avere la possibilità di miscelare le polveri con comodità: per capelli lunghi fino a metà schiena, abbiamo utilizzato circa 80 grammi di tinta. Munitevi di un cucchiaio in plastica o legno: evitate l’acciaio, perchè potrebbe ossidare!

Ora bisogna prestare molta attenzione alla temperatura dell’acqua utilizzata per creare la tinta: le istruzioni infatti, indicano chiaramente che per ottenere riflessi più rossi, è necessario preparare la pasta con acqua a 70 gradi o oltre, mentre se si vogliono ottenere riflessi più scuri, basterà una temperatura di 50 gradi circa per attivare la percentuale di indigo contenuta.

Se siete muniti di termometro per dolci, siete a cavallo! Ma c’è un metodo altrettanto semplice per chi, come noi, non dispone di questo strumento: considerando che l’acqua bolle a 100 gradi circa, basterà infatti osservare attentamente il liquido per ottenere la temperatura desiderata. Appena vedrete salire le primissime bollicine, considerate orientativamente che avrete raggiunto i 70 gradi circa, per cui basterà togliere il pentolino dal fuoco ed attendere un minuto affinchè si raffreddi leggermente e giunga alla temperatura desiderata. Diversamente, dovrete attendere che raggiunga il bollore pieno, per poi procedere ad un leggero intiepidimento 🙂

Oltre all’acqua, potete arricchire il preparato di altre sostanze: c’è chi aggiunge del the nero per accentuare i toni scuri o chi mescola yoghurt per rendere la pasta più nutriente. Essendo la nostra prima esperienza, abbiamo optato per la preparazione basilare con la sola aggiunta di acqua calda. 

Aggiungete il liquido alle polveri poco alla volta mescolando delicatamente: la tinta dovrà essere cremosa, ma non troppo acquosa, altrimenti colerà e non sortirà l’effetto desiderato!

Essa va applicata con un pennello, dividendo la chioma in sezioni, su capelli ben puliti, lavati con uno shampoo delicato e privo di siliconi: queste sostanze infatti, creano un film attorno al capello che non consente al colore di “attecchire”. Dopo di ciò, fissate i capelli con una clip, indossate la cuffietta in plastica ed avvolgete il capo con un asciugamano o un turbante in spugna, affinchè il calore consenta alle polveri di agire meglio sul capello.

Tenete in posa da 30 a 90 minuti a seconda della tonalità che intendete raggiungere: più la terrete su, più il colore tenderà a risultare scuro. Noi abbiamo sperimentato una tempistica media, lasciando agire la pasta circa 60 minuti, in modo da provarne la copertura e l’efficienza. Trascorso il tempo voluto, risciacquate la tinta solo con acqua tiepida, fin quando la pasta in eccesso non scomparirà del tutto.

Per quanto ci riguarda, il risultato è stato favoloso: capelli lucidi, brillanti, tinta chimica completamente coperta a vantaggio di un colore caldo, quasi “cioccolatoso” 🙂 Inoltre lo shatush preesistente ha fatto si che si creassero giochi di luce e chiaroscuri tra i capelli molto belli, luminosi che sembrano fatti dal parrucchiere!

download (2)

Le istruzioni suggeriscono di attendere 48 ore prima di verificare la tonalità effettivamente raggiunta, perchè col passare dei giorni la tinta potrebbe ulteriormente scurire il capello.

In ogni caso, per quanto ci riguarda, possiamo considerare la tinta vegetale Khadi pienamente rispondente alle aspettative, che nulla ha in meno di un prodotto chimico, ma che possiede invece molti vantaggi in più: nutre la cute ed il capello, non è dannosa ed è semplice da preparare! 

L’unico difetto che potrebbe riscontrarsi è l’odore selvatico delle polveri, che resta sulla chioma, ma che è facilmente eliminabile con un successivo shampoo.. insomma, un piccolo “contro” per tanti “pro”!

Assolutamente.. PROMOSSA!

Speriamo che la nostra recensione vi sia piaciuta..

Stay Tuned ❤

Capelli stressati? “Cassiamiamoci”!

L’estate è sicuramente uno dei periodi in cui la nostra chioma è maggiormente sottoposta allo stress: acqua, salsedine, sabbia e sole sono fonti meravigliose di benessere per la pelle, ma spesso origine di problemi per i capelli! Come sempre, basta veramente poco per combattere la secchezza ed il crespo causato da questi molteplici fattori: ingredienti semplici e naturali, che idratano ed ammorbidiscono con effetto immediato. Sono certa che, almeno uno, è presente nella vostra dispensa! 🙂

Innanzitutto, per contrastare il crespo, è bene nutrire il fusto dei capelli con impacchi di oli leggeri: perfetto sia per la cute grassa che secca è l’olio di cocco. Va bene sia utilizzato da solo che insieme ad altri oli, come quello di germe di grano o di ricino.

Altri ottimi idratanti sono lo yogurt ed il miele, nutrienti ed addolcenti, che possono essere anch’essi utilizzati sia in aggiunta agli oli che da soli.

Ultimamente quando vado al mare porto con me il mio Burro Multiuso (che con il caldo ormai è praticamente liquido ;P ), che emulsiono sulle punte e le lunghezze dopo aver sciacquato bene i capelli con acqua dolce. E’ un connubio perfetto per ammorbidire e nutrire i capelli secchi e sfibrati dagli agenti atmosferici. Potete preparare facilmente una variante “estiva” del burro, sostituendo o diminuendo la quantità di olio di cocco e privilegiando quello di Monoi, dalla particolare fragranza che praticamente… ADORO (E non manco mai di ricordarMElo, scrivendolo praticamente ovunque #scheletrinellarmadiettodocet ) ❤

La vostra chioma si inebrierà del sensuale ed esotico profumo della dolcissima Gardenia Tahitensis, il fiore meraviglioso dalla cui macerazione in olio di cocco si ricava questo prodotto. Personalmente utilizzo quello di Tea Natura (eccolo qui), che è economico e completamente naturale, oltre ad essere facilmente reperibile in qualsiasi bioprofumeria online e non 🙂

In secondo luogo, è bene curare i capelli con qualche maschera ristrutturante e rinforzante: anche in questo caso, la natura fa il suo dovere egregiamente, fornendoci delle erbette adatte allo scopo!

Eccovi dunque di seguito svelata la mia personale ricetta per rendere la chioma più forte e corposa, a cui ho affibbiato il nome di “CASSIAMIAMOCI!” in un gioco di parole che richiama l’ingrediente principale della pappetta magica, ovvero la Cassia che come molti di voi sapranno è un’erba cosmetica in polvere di origine indiana, che aiuta ad aumentare il diametro del fusto del capello, minimizza i danni creati da trattamenti chimici ed inoltre ha l’effetto di un riflessante naturale, vivificando i toni dorati della chioma 🙂

E dunque, armiamoci e… “CASSIAMIAMOCI” 😀

(DOSE PER CAPELLI MEDIO – LUNGHI)

– 3 cucchiai di Cassia

– 2 cucchiai di Amla

– 1 vasetto di yogurt bianco

– 1 cucchiaino di miele

– 1 cucchiaio di gel d’aloe vera

Ecco il risultato, nella foto che ho postato qualche giorno fa su Facebook e che vi ha tanto incuriosito 🙂

10576950_719293488136256_8787771271383539566_n

Mescolate bene tutti gli ingredienti, applicate sui capelli (asciutti o bagnati), formate uno chignon e foderate la testa con la pellicola trasparente. Se l’avete, indossate anche una cuffietta di spugna, così che il calore prodotto aiuti i principi attivi a penetrare meglio nel capello. Diversamente, anche un semplice asciugamani va bene!

Tenete in posa almeno un’ora, dopo di che procedete ad eliminare il tutto con abbondante acqua calda e, se del caso, un leggero shampoo con un prodotto privo di siliconi.

 

VARIAZIONI: Se non avete il miele, lo yogurt e l’aloe, potete tranquillamente preparare la maschera soltanto con acqua calda. Se avete i capelli particolarmente secchi però, abbiate cura di aggiungere qualche goccia di olio all’impasto, oppure una noce di balsamo senza siliconi, per evitare capelli crespi ed intrattabili. Per quanto riguarda le erbe in polvere, io utilizzo quelle di Janas che sono anch’esse economiche e facilmente reperibili.

Spero di esservi stata d’aiuto

Stay Tuned ❤

Perdita di capelli? Il rimedio c’è e costa pochissimo!

Immagine

Ciao a tutti, amici di Beauty Guru per Caso! Oggi dedichiamo un pò di tempo al pubblico maschile, una fetta dei nostri lettori che spesso trascuriamo a favore di trucchi e belletti 🙂 Sempre più attenti al proprio benessere, da secoli affrontano con terrore, alla ricerca di rimedi miracolosi, l’incubo di tutti gli uomini: la perdita dei capelli! Certamente non si tratta di un problema esclusivamente maschile, ma è un dato di fatto che siano loro ad essere maggiormente colpiti da quella che nell’immaginario virile potrebbe definirsi una… “caduta” di stile 😉 Ebbene si, in ogni uomo c’è un Sansone: conoscete la sua storia vero? (In caso contrario scopritela, cliccando qui) L’associazione tra chioma fluente e virilità è un vezzo di qualsiasi seduttore ed un passepartout per il cuore di una donna.. o almeno così dovrebbe essere 😛 Il diradamento dei capelli ha un’infinità di cause: fattori ormonali, predisposizione genetica e stress, sono soltanto alcuni degli elementi che possono concorrere. Se il vostro cuoio capelluto è già sofferente di vistosi sfoltimenti, vi consigliamo di rivolgervi ad un buon dermatologo esperto in tricologia, che possa indagare specificamente la fonte del problema e porvi rimedio. Se invece non avete ancora questi pensieri per la testa, potrete sperimentare in che modo la natura può aiutarvi a rinforzare i capelli e prevenire l’insorgenza di dermatiti, pruriti e quant’altro.

ECCOVI UNA “CURA” SEMPLICE ED ECONOMICA!

… le erbette indiane! Abbiamo sperimentato per voi un mix di polveri che ha avuto degli effetti molto positivi sul vigore e la resistenza del capello. Bastano pochi euro per acquistarle, sono reperibili in tutte le bioprofumerie (anche online) e se usate con costanza, produrranno certamente numerosi benefici per il vostro cuoio capelluto perennemente stressato da gel e lavaggi frequenti.

 

MASCHERA “SANSONE”

– 2 Cucchiai di Amla

– 2 Cucchiai di Bhringraj (Maka)

– Acqua tiepida

 

Procuratevi una ciotola di ceramica, un cucchiaio di legno e della pellicola da cucina. Versate le polveri nella ciotola e mixatele fino ad amalgamarle del tutto. Versate poi, poco alla volta l’acqua tiepida e mescolate fino ad ottenere una consistenza cremosa, ma non troppo densa. Coprite il tutto con una pellicola e lasciate riposare il tutto per circa 20 minuti. Successivamente spalmate con cura il composto su tutta la testa, prestando attenzione a ricoprire bene il cuoio capelluto, massaggiando con movimenti circolari. Coprite la testa con la pellicola e lasciate in posa circa 50 minuti. Sciacquate infine con abbondante acqua tiepida, senza aggiungere shampoo.

 

PRO: 

L’Amla ed il Bhringraj donano forza alle radici, lucentezza alla chioma, prevengono l’incanutimento prematuro, arrestano la caduta dei capelli e ne stimolano la crescita. Secondo la tradizione indiana possono scurire i capelli se usati sistematicamente. Inoltre si utilizzano per la cura delle infezioni del cuoio capelluto.

CONTRO:

L’odore selvaggio delle erbe può non piacere a tutti 😛 si può contrastare con l’aggiunta di qualche olio essenziale!

SUGGERIMENTI:

Questa maschera è adatta sia alle donne che agli uomini: può essere applicata sia su capelli asciutti che bagnati, purchè già lavati, preferibilmente con uno shampoo senza siliconi. In questo modo le polveri potranno agire più profondamente sulla chioma e manifestare pienamente i propri effetti. Si consiglia di utilizzare questa maschera all’occorrenza: essendo un rimedio completamente naturale, non fa alcun male, anzi!

 

Provateci e fateci sapere.. 😀

Beauty Guru per Caso è anche su Facebook.. seguici!

 

 

Cioccolato che passione.. anticellulite! Leggete e resterete stupiti..

Immagine

 

 

Salve a tutti, cari amici di Beauty Guru per Caso! Vi starete chiedendo se fossimo mai impazziti nel parlarvi di un prodotto altamente calorico in un periodo in cui la parola “dieta” domina le argomentazioni generali della nostra quotidianità.. la risposta vi stupirà! Non solo il cioccolato è buono, ma è anche un potente alleato nella lotta quotidiana alla cellulite, nemico numero uno delle donne. Nel seguire un regime ipocalorico spesso viene proposto più di uno spuntino adeguato a base di frutta, yogurth o cibi integrali, nel corso della giornata per consentire la stimolazione del metabolismo ed evitare di giungere ai pasti principali con una fame eccessiva. Ebbene, quante volte avremmo voluto assaporare qualcosa di dolce, senza sentirci in colpa? Ragazzi e ragazze… si può! Un quadratino di cioccolato fondente (almeno al 70%) equivale a 50 calorie (esattamente quanto una mela) ed anche se visivamente non è soddisfacente (ce ne vorrebbero venti.. per la causa!), sicuramente può discretamente contribuire ad appagare le nostre papille gustative 🙂

PROPRIETA’ DEL CIOCCOLATO

Il cioccolato contiene magnesio e xantine (teobromina e caffeina), preziosi alleati nella stimolazione del metabolismo che potenziano l’attività delle lipasi, favorendo quindi la mobilizzazione di lipidi di deposito. E’ una fonte importante di vitamina E, potente antiossidante, efficace nelle malattie cardiovascolari e nel miglioramento del sistema immunitario, di vitamina PP, che migliora l’elasticità delle pareti venose ed il funzionamento del sistema nervoso. Le xantine in azione combinata con i flavonoidi, riducono lo spessore adiposo, favorendo l’ossigenazione dei tessuti e l’eliminazione delle scorie.

COME USARLO PER LA NOSTRA BELLEZZA?

Oltre che mangiarlo il cioccolato, grazie alle sue multiproprietà benefiche, può essere utilizzato facilmente per più di un gustoso “intruglio” casalingo di bellezza 🙂

Abbiamo ideato e provato per Voi due ricette semplici ed economiche che soddisferanno la Vostra pelle almeno quanto il Vostro palato!

 

“GOMMAGE NOIR”

– Polvere di cacao amaro biologico

– Zucchero di canna

– Olio di riso

In una ciotolina mettete due cucchiai di polvere di cacao amaro, la stessa quantità di zucchero di canna e un cucchiaio abbondante di olio di riso. Mescolate delicatamente fino ad ottenere una consistenza cremosa. Se è troppo liquido, aggiungete un altro pò di cacao, diversamente poco olio alla volta per rendere il composto più morbido. Prendete una piccola quantità di prodotto e spalmatelo su viso, gambe e punti critici massaggiando delicatamente con movimenti circolari. Infine eliminate il prodotto sciacquando con acqua tiepida. Non preoccupatevi se avete un’epidermide grassa o mista: abbiamo sperimentato che la composizione non unge affatto, anzi idrata ed ammorbidisce, quindi è un rimedio che tutti potranno utilizzare senza alcun problema di lucidità in eccesso. Eliminerete la pelle secca, le scorie e le impurità superficiali, profumando la pelle di un delizioso aroma al cioccolato!

 

“FANGAO MERAVILLAO”

– Polvere di cacao amaro biologico

– Argilla verde ventilata

– The verde

Munirsi di una ciotolina di ceramica e di un cucchiaio di legno. Versare nella ciotola tre cucchiai di polvere di cacao e tre di argilla verde, mixando le polveri. Preparare a parte il the verde abbastanza concentrato, lasciando in infusione due bustine di the in una capiente tazza d’acqua bollente. Lasciare intiepidire (non raffreddare!), eliminare le bustine e versare poco alla volta la bevanda nella ciotolina con le polveri mescolando delicatamente, fino ad ottenere una pasta omogenea e cremosa. Spalmate questo fango goloso su tutti i punti critici (cosce, glutei, fianchi, addome, braccia) e coprite con la pellicola trasparente: lasciate agire l’impacco per 30 minuti, dopo di che sciacquate il tutto con acqua tiepida. Consigliamo di ripetere l’applicazione tre volte a settimana per il primo mese e successivamente due volte a settimana. Abbinando una dieta equilibrata, tanta acqua ed un pò di attività fisica, avrete ottimi risultati!

NOTA: La polvere di cacao amaro biologico è facilmente reperibile anche nei supermercati più forniti, ad un prezzo decisamente contenuto. Basta andare al Carrefour o all’Auchan nei reparti dedicati ai cibi dietetici o salutari 🙂

Provate e fateci sapere

Baci ❤

 

 

Mani da baciare? Ecco come fare!

Immagine

 

 

Buongiorno a tutte le amiche e gli amici di Beauty Guru per Caso! Con l’arrivo delle belle giornate tutti siamo sempre più esposti al sole e quindi aumenta la voglia di scoprirsi e dedicarsi alla cura del proprio corpo. Oggi voglio indicarvi un rimedio semplice ed economico per rendere le vostre mani ed unghie più belle e forti. Ho letto un pò ovunque degli effetti benefici dell’oleolito di limone, che ha delle proprietà sbiancanti e curative su queste parti del corpo così esposte e quindi anche delicate, perché continuamente sottoposte a stress: quante volte al giorno ci laviamo le mani? Tantissime e non sempre prestiamo attenzione al sapone utilizzato, dal momento che spesso ci troviamo fuori casa e quindi usiamo mezzi di fortuna per detergere la pelle! Quindi vi farà senz’altro bene spendere un pò del vostro tempo libero per dedicarlo alle mani, quanto meno per ripagarle del gran lavoro che svolgono per noi durante le nostre caotiche giornate 🙂 Per la sua realizzazione l’oleolito di limone richiede una preparazione piuttosto lunga, dunque da scartare se siete alla ricerca di un rimedio immediato! Poiché anche io necessitavo di uno strumento veloce, ma altrettanto valido e naturale, ho optato per un’alternativa “fai da me”, ed ecco qui il mio “Lemonails” 😛

LEMONAILS

– 2 Cucchiai di Olio extra vergine d’oliva

– 1 Cucchiaio di succo di Limone

– 5 gr di scorza di limone tagliata a pezzetti

Lavate con cura il limone, tagliate la scorzetta e preparate il succo. Mettete tutti gli ingredienti all’interno di un bicchierino di vetro (di quelli da caffè o da liquore per intenderci) in modo che i liquidi coprano le scorzette di limone e ponete tutto in frigorifero avendo cura che non stia nella parte più fredda. Lasciate riposare il tutto almeno un’oretta, ogni tanto mescolate un pò schiacciando leggermente le scorzette. Trascorso il tempo necessario, girate bene il contenuto e prelevatene un pochino: massaggiare su unghie e cuticole fino ad assorbimento. Noterete che occorrerà una quantità minima di questo olio per entrambe le mani, per cui potrete conservarlo in frigo e riutilizzarlo fino ad esaurimento. Vedrete che dopo qualche giorno le scorzette assorbiranno un pò d’olio e si assottiglieranno, diventando morbide: io le strofino sulle unghie per sbiancarle e donare alle mani un dolce e delicato profumo di limone. All’inizio vi sembrerà che l’olio non si assorba e che la pelle rimanga appiccicosa: invece continuando a massaggiare l’epidermide berrà completamente questa deliziosa soluzione di bellezza e le mani risulteranno subito morbidissime e profumate!

CONSIGLIO SPECIALE PER LE CASALINGHE

Voi che avete le mani particolarmente rovinate da detersivi e cambiamenti di temperatura, al momento dell’applicazione integrate il composto con due gocce di olio di rosa mosqueta: le sue qualità rigeneranti e cicatrizzanti, attenuano le macchie della pelle e le rughe grazie alla spiccata  proprietà antiage! I vostri mariti ne saranno entusiasti 🙂

E’ vero, mi sono rivolta soprattutto al pubblico femminile, ma ciò non toglie che anche i maschietti possano utilizzare lo stesso metodo per curare le proprie mani in modo semplice e naturale: fatevi aiutare dalla vostra compagna magari, per un pomeriggio di relax e bellezza di coppia!

Un bacio a tutti

 

 

Linea tricologica al Sapote “I Provenzali”: scopriamola insieme!

Ciao a tutti gli amici di Beauty Guru per Caso, oggi scopriamo insieme la linea tricologica al Sapote della marca “I Provenzali”. Presa dalla curiosità, approfittando di un’offerta all’Auchan, ho acquistato il balsamo biologico fortificante. Inizialmente, mi sono stupita di quanto pesasse il contenitore: sembrava ben più che i 200ml riportati sulla confezione!

Immagine

Poi ho preso coscienza di questa sensazione quando ho aperto il flacone per annusare il profumo del prodotto, perchè ho verificato che il balsamo era molto più che denso: si era completamente solidificato! Probabilmente, un pò come l’olio di cocco, cambia consistenza in presenza di certe temperature, ma tant’è, basta riscaldarlo un pò per donargli una texture più cremosa. Ecco come appare prima di scioglierlo:

Immagine

Per ovviare al fatto che nonostante si ammorbidisca con il calore, resta sempre piuttosto granuloso e quindi difficile da distribuire in maniera uniforme, ne metto una quantità idonea a ricoprire tutta la lunghezza della chioma in un vasetto e mescolo il contenuto fino a legare bene tutto il prodotto. Il profumo per quanto mi riguarda è abbastanza gradevole: fiorito, dolce e persistente quanto basta. Non è durato un granchè sui miei capelli perchè, avendo il cuoio capelluto grasso alla radice, sono costretta a sciacquare bene ogni residuo per evitare un effetto “unto”. Però altre amiche alle quali ho consigliato la sperimentazione, mi hanno riferito invece di risultati abbastanza soddisfacenti circa l’effetto olfattivo delle materie prime contenute. La formulazione infatti è ricca e attraente: innanzitutto contiene olio di sapote, un frutto centroamericano particolarmente ricco di vitamina C e tradizionalmente impiegato da Maya ed Aztechi negli unguenti antinfiammatori ed impacchi contro la caduta dei capelli. Oltre a questo principio attivo, il balsamo contiene bardana, arnica, timo e proteine del grano che oltre ad avere qualità districanti, hanno un’azione antistatica, molto utile per chi, come me, ha capelli fini e tendenti al crespo sulle lunghezze. Da ciò comprenderete che l’INCI è molto pulito e quindi quasi completamente verde, se non fosse per qualche conservante a pallino giallo, in ogni caso perfettamente accettabile. Dopo qualche applicazione devo dire che la chioma risulta subito molto morbida e luminosa, mentre circa l’efficacia anti caduta bisognerà valutare nel tempo. Per adesso le mie risultanze “incrociate” mi hanno portato alle seguenti considerazioni:

UTILIZZO CONSIGLIATO:

Perfetto per chi ha i capelli fini, fragili e secchi: le sostanze grasse in esso contenute hanno un’azione idratante, antistatica e ossigenante della cute. Se avete proprio necessità assoluta di idratare in maniera radicale i vostri capelli, potreste aggiungere un pò di questo balsamo al mio Burro profumoso “Fai da me” ed utilizzarlo come maschera districante e super nutriente per la vostra chioma stressata e debole.

A chi invece ha capelli “misti” (come amo chiamare i miei), cioè grassi alla radice e secchi sulle lunghezze, suggerisco un’applicazione parziale, evitando quindi il cuoio capelluto, magari utilizzandolo come maschera per capelli super idratante per doppie punte come consigliato sopra e quindi applicandolo solo sulle lunghezze e non oltre.

NOTA NEGATIVA:

La difficoltà nell’estrarlo quando si solidifica: la struttura del flacone con l’apertura stretta, ostacola notevolmente il prelievo del prodotto, costringendo chi vuole utilizzarlo a riscaldare il contenitore a lungo e con pazienza per scioglierlo oppure ad effettuare manovre tutt’altro che semplici con oggetti improbabili :p per prenderne pochissimo alla volta.

Nel complesso, visto l’effetto positivo sui capelli, lo consiglio in attesa di provare gli altri articoli della stessa linea. In previsione di tale acquisto però:

1. Armatevi di santa pazienza;

2. Attendete qualche promozione, perchè diversamente il costo è piuttosto alto (8 euro circa) rispetto alla durata del prodotto, per un       uso costante.

Se avete provato anche Voi i prodotti di questa linea, commentate sotto e raccontate la Vostra esperienza!

 

Burro profumoso multiuso: come prepararsi alla bella stagione!

Un saluto a tutti gli amici di Beauty Guru per Caso: oggi vi presento una ricetta “fai da me” che ho impiastricciato la scorsa settimana e, avendo riscosso notevole successo in famiglia, ho deciso di proporvi. Non sono laureata in scienze naturali, nè propriamente esperta del settore, infatti le mie “biocreazioni” sono, come vedete, estremamente semplici ed elementari, ma adoro destreggiarmi in queste preparazioni: profumi della natura, bellezza e cucina sono un abbinamento, oserei dire, perfetto! Se volete approfondire le composizioni più complesse, vi rinvio chiaramente a coloro che sanno come divincolarsi nel magico mondo dei cosmetici naturali, ovvero in primis il Forum di Lola (per acquisire le tecniche e le conoscenze basilari delle materie prime) ed i video tutorial di Carlitadolce, ormai nota a tutti. Andiamo al dunque: partendo dal fatto che adoro in modo incondizionato il cocco in tutte le sue salse e che utilizzo spesso l’olio di cocco puro per idratare la pelle, ho pensato di ideare un prodotto che potesse essere utilizzato su tutto il corpo e che quindi fosse adatto anche alla fattispecie “mista” del mio cuoio capelluto. Dico “mista” perchè i miei capelli sono grassi alla radici e secchi sulle lunghezze e ciò mi crea non pochi problemi, a partire dalla detersione fino allo styling. L’olio di cocco, essendo idratante ma non particolarmente untuoso, sembrava l’ideale per nutrire la parte sfibrata dei capelli, ma poichè è praticamente inodore, desideravo arricchirlo con qualche ingrediente casalingo in più. Ed ecco cosa è uscito fuori:

Immagine

 

BURRO PROFUMOSO MULTIUSO “FAI DA ME”:

3 cucchiai di olio di cocco (non preoccupatevi: sotto i 20 gradi si presenta allo stato solido)

1 cucchiaino di miele

2 gocce di fragranza di Cocco

Io ne preparo, come avrete intuito, delle quantità molto piccole per garantire un’adeguata conservazione, ma in ogni caso vi assicuro che ne basta pochissimo per idratare un’area piuttosto ampia del corpo. Munitevi dunque di un contenitore pulito, magari anche un barattolino di vetro, all’interno del quale scioglierete a bagnomaria l’olio di cocco ed il miele. Essi tenderanno a separarsi, per cui, mescolate bene. Una volta sciolti e miscelati i due ingredienti, estraete il contenitore dall’acqua e lasciate intiepidire girando di tanto in tanto. Successivamente, versate il contenuto in un barattolino (io ho utilizzato uno ripulito della “cera di cupra” di mia madre) e mettetelo in frigorifero, lontano dalla parte più fredda, affinchè si solidifichi gradualmente. Dopo circa 10 minuti, vedrete che il burro ed il miele si saranno induriti: versate un paio di gocce di fragranza di Cocco, mescolate bene il tutto finchè tutti gli ingredienti si siano legati formando una sorte di crema densa di colore giallino chiaro e rimettete il tutto in frigorifero. Il risultato finale dovrebbe essere questo:

Immagine

Non disponendo di una fragranza al cocco, ho utilizzato come avete visto, qualche goccia di olio secco de “I PROVENZALI”, che è profumato al cocco ed inoltre è formulato con Olio di Cartamo, serbatoio naturale di Acido Oleico, Acido Linoleico e Vitamina K, sostanze che gli conferiscono il titolo di uno dei più ricchi oli cosmetici ad alto contenuto di Omega 6. Inoltre è arricchito da estratti dalla polpa di frutta (Mela, Uva Sultanina, Albicocca) ed è addizionato di Pura Vitamina E che svolge un particolare effetto anti radicali liberi.

SUL CORPO:

Se provate a spalmarlo sul corpo, vedrete che probabilmente vi lascerà una sensazione di “appicicoso”, forse dovuta alla presenza degli zuccheri del miele. Per questo preferisco utilizzarlo come una emulsione: dopo la doccia, quando la pelle è ancora calda ed umida, ne prendo un pò e massaggio fino a completo assorbimento. Il risultato è fantastico: idrata tantissimo e lascia un dolce profumo di miele e cocco che personalmente trovo delicato e gradevole.

SUI CAPELLI:

Avendo il cuoio capelluto grasso alla radice, ne applico una quantità abbondante solo sulle lunghezze. Per evitare la dispersione del prodotto, faccio una coda alta, inumidisco i capelli con acqua calda, elimino l’eccesso e poi spalmo una buona quantità di prodotto su tutta la lunghezza della coda fino alle punte. Dopo di che la avvolgo su se stessa in uno chignon, fodero con il cellophan e lascio agire il più possibile. Infine, sciacquo con abbondante acqua calda e lavo la testa con uno shampoo non aggressivo. Abbiate cura di eliminare ogni residuo, altrimenti il risultato potrebbe essere disastroso (sperimentato.. sembravo Mercoledì Addams! :p)

Fatemi sapere… o commentate qui sotto 🙂

A presto