Khadi: incubo capelli bianchi? La natura ci da una mano!

Quanti di voi, amici di Beauty Guru per Caso, sono già alle prese con i primi capelli bianchi? Questi piccoli, quasi impercettibili filamenti di materia capillare che non si notano mai, ma tornano pienamente e sfacciatamente visibili in pole position sulla fronte nei momenti meno opportuni, sono l’incubo di tutte noi piacenti donne, ma anche di lor signori piacenti uomini 🙂

Ecco il motivo (problema comune) per cui oggi vi parleremo di tinte per capelli e poichè, come ben sapete ormai, siamo amanti di tutto ciò che è naturale, abbiamo sperimentato per voi un prodotto della marca Khadi, acquistato presso il sito “Easyncool”: la tintura vegetale color Castano Chiaro (light brown)!

download (1)

Intanto vale la pena spendere due paroline su questo negozio online, che vende cosmetici ecobio ed anche accessori originali di fattura artigianale, molto particolari. Innanzitutto, hanno spese di spedizione alquanto basse (3,90 euro.. forse le più convenienti riscontrate finora) e in più prevedono ulteriori sconti, sia sulla merce che sull’invio in rapporto alla soglia di spesa che si raggiunte, con diversi step che arrivano fino a 15 euro! 

Ciò che ci ha colpito subito è stata la prontezza e l’efficienza con la quale è possibile ordinare e perfino chiedere consigli sui prodotti disponibili: vi è una infochat attiva praticamente sempre, ma si può anche procedere mediante Whatsapp!! 😀

Insomma, un sito veramente affidabile ed in continuo aggiornamento, dal quale certamente ci riforniremo praticamente sempre, data la gentilezza degli operatori e la disponibilità e qualità delle marche trattate (pare che stiano anche rifornendo nuove marche.. buon per noi!)

Detto ciò, passiamo alla recensione della tinta vegetale Khadi: la base su cui essa è stata applicata è un castano chiaro, “maltrattato” da una precedente decolorazione e shatush biondo chimico su capelli sfibrati e con doppie punte… insomma, una schifezza!

La confezione contiene 100 gr di tintura in polvere, guanti di plastica, cuffietta di plastica ed il foglietto illustrativo in cui è dettagliatamente spiegato come procedere!

Prendete il contenuto della busta e versatelo in una ciotolina abbastanza ampia per avere la possibilità di miscelare le polveri con comodità: per capelli lunghi fino a metà schiena, abbiamo utilizzato circa 80 grammi di tinta. Munitevi di un cucchiaio in plastica o legno: evitate l’acciaio, perchè potrebbe ossidare!

Ora bisogna prestare molta attenzione alla temperatura dell’acqua utilizzata per creare la tinta: le istruzioni infatti, indicano chiaramente che per ottenere riflessi più rossi, è necessario preparare la pasta con acqua a 70 gradi o oltre, mentre se si vogliono ottenere riflessi più scuri, basterà una temperatura di 50 gradi circa per attivare la percentuale di indigo contenuta.

Se siete muniti di termometro per dolci, siete a cavallo! Ma c’è un metodo altrettanto semplice per chi, come noi, non dispone di questo strumento: considerando che l’acqua bolle a 100 gradi circa, basterà infatti osservare attentamente il liquido per ottenere la temperatura desiderata. Appena vedrete salire le primissime bollicine, considerate orientativamente che avrete raggiunto i 70 gradi circa, per cui basterà togliere il pentolino dal fuoco ed attendere un minuto affinchè si raffreddi leggermente e giunga alla temperatura desiderata. Diversamente, dovrete attendere che raggiunga il bollore pieno, per poi procedere ad un leggero intiepidimento 🙂

Oltre all’acqua, potete arricchire il preparato di altre sostanze: c’è chi aggiunge del the nero per accentuare i toni scuri o chi mescola yoghurt per rendere la pasta più nutriente. Essendo la nostra prima esperienza, abbiamo optato per la preparazione basilare con la sola aggiunta di acqua calda. 

Aggiungete il liquido alle polveri poco alla volta mescolando delicatamente: la tinta dovrà essere cremosa, ma non troppo acquosa, altrimenti colerà e non sortirà l’effetto desiderato!

Essa va applicata con un pennello, dividendo la chioma in sezioni, su capelli ben puliti, lavati con uno shampoo delicato e privo di siliconi: queste sostanze infatti, creano un film attorno al capello che non consente al colore di “attecchire”. Dopo di ciò, fissate i capelli con una clip, indossate la cuffietta in plastica ed avvolgete il capo con un asciugamano o un turbante in spugna, affinchè il calore consenta alle polveri di agire meglio sul capello.

Tenete in posa da 30 a 90 minuti a seconda della tonalità che intendete raggiungere: più la terrete su, più il colore tenderà a risultare scuro. Noi abbiamo sperimentato una tempistica media, lasciando agire la pasta circa 60 minuti, in modo da provarne la copertura e l’efficienza. Trascorso il tempo voluto, risciacquate la tinta solo con acqua tiepida, fin quando la pasta in eccesso non scomparirà del tutto.

Per quanto ci riguarda, il risultato è stato favoloso: capelli lucidi, brillanti, tinta chimica completamente coperta a vantaggio di un colore caldo, quasi “cioccolatoso” 🙂 Inoltre lo shatush preesistente ha fatto si che si creassero giochi di luce e chiaroscuri tra i capelli molto belli, luminosi che sembrano fatti dal parrucchiere!

download (2)

Le istruzioni suggeriscono di attendere 48 ore prima di verificare la tonalità effettivamente raggiunta, perchè col passare dei giorni la tinta potrebbe ulteriormente scurire il capello.

In ogni caso, per quanto ci riguarda, possiamo considerare la tinta vegetale Khadi pienamente rispondente alle aspettative, che nulla ha in meno di un prodotto chimico, ma che possiede invece molti vantaggi in più: nutre la cute ed il capello, non è dannosa ed è semplice da preparare! 

L’unico difetto che potrebbe riscontrarsi è l’odore selvatico delle polveri, che resta sulla chioma, ma che è facilmente eliminabile con un successivo shampoo.. insomma, un piccolo “contro” per tanti “pro”!

Assolutamente.. PROMOSSA!

Speriamo che la nostra recensione vi sia piaciuta..

Stay Tuned ❤

Annunci

One thought on “Khadi: incubo capelli bianchi? La natura ci da una mano!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...