Fase prenatalizia tre: ultimiamo la preparazione.. e gustiamo!

Siamo finalmente giunti alla parte conclusiva della preparazione della nostra speciale cassata siciliana! Questa fase sarà certamente la più semplice e più divertente: si tratterà di assemblare e decorare la torta con dolcissimi “ritagli” di canditi, pasta di pistacchio, marzapane per renderla un pò… personale. Prima però come sempre, vi indico i link dove potrete trovare la ricetta per una morbida e profumata base di pan di spagna http://wp.me/p4742F-4X ed il ripieno cremoso di ricotta http://wp.me/p4742F-91 e ciò di cui dovrete disporre per ultimare la nostra creazione culinaria per queste festività natalizie:

BAGNA PER DOLCI

50 gr di zucchero

150 ml di acqua

mezzo bicchierino di liquore

GLASSA FONDENTE

350 gr di zucchero a velo

Acqua quanto basta

Succo di un limone

DECORAZIONE

200 gr di pasta di pistacchio

frutta candita

PREPARAZIONE

La prima cosa da fare è preparare la bagna: sciogliete 50 gr di zucchero in 150 ml di acqua, unite il mezzo bicchierino di liquore e poi lasciate raffreddare il tutto. Posizionate il pan di spagna che avete tagliato a metà precedentemente su un piatto da portata, spolverizzandone la base con un pò di zucchero a velo. Utilizzate la bagna per inumidire la prima porzione: per facilitarne una distribuzione omogenea, se non avete l’apposito attrezzo, prendete una bottiglietta di plastica, realizzate dei piccoli fori sul tappo, riempite on la bagna ed infine irrorate il pan di spagna. Mi raccomando, non eccedete nell’uso, altrimenti la base potrebbe assorbire troppi liquidi e non sostenere adeguatamente la struttura ed il ripieno. Attendete qualche minuto prima di passare alla fase successiva, dopo di che prendete la crema di ricotta, che dovrà essere ben fredda ed omogenea e disponetene un’abbondante quantità al centro della base: iniziate a spalmarla con una spatola o un coltello liscio, ricoprite tutto il perimetro e livellatela con cura. Personalmente, preferisco realizzare un unico strato ben corposo, piuttosto che distribuirla su più piani, ma lascio la scelta al vostro gusto! Prendete ora la seconda parte del pan di spagna, bagnate anche qui l’interno e appoggiatelo delicatamente sul ripieno di ricotta senza fare pressione. Lasciate riposare la torta in frigorifero per almeno un’ora, ricoprendola con della carta di alluminio. Trascorso il tempo debito, preparate la glassa fondente: sciogliete in un pentolino antiaderente 350 gr di zucchero a velo con poca acqua. Mescolate lentamente a fuoco molto basso con un cucchiaio di legno, finchè non avrà raggiunto una consistenza abbastanza cremosa e mentre è ancora ben calda, a fuoco spento, aggiungete il succo di un limone incorporandolo alla glassa.

Image

Tirate fuori dal frigorifero la torta e ricopritela con il fondente di zucchero ottenuto, distribuendolo con una spatola leggermente riscaldata sul fuoco su tutta la superficie. Abbiate cura di utilizzare la glassa ancora calda, dal momento che la diversità di temperatura della base favorirà certamente una solidificazione alquanto veloce. Non preoccupatevi se dovesse strabordare: una volta raffreddata potrete staccare i pezzettini in eccesso con le mani e in ogni caso, ogni errore sarà prontamente camuffato con la pasta di pistacchio 😉

Riponete nuovamente la torta in frigorifero per allestire la fase finale: la decorazione! Spolverate un piano di lavoro con un pò di zucchero a velo e prendete il panetto di pasta di pistacchio: formate prima un salsicciotto, poi con un mattarello o una bottiglia di vetro, stendetelo e tagliatelo, formando una striscia rettangolare alta circa mezzo centimetro. Con questa, andrete a rivestire tutto il bordo esterno della cassata: estraetela dal frigorifero e procedete con la decorazione laterale.

Image

Infine, utilizzate la frutta candita per creare qualche simpatico disegno sulla superficie: c’è chi realizza alberelli, chi stelle natalizie in marzapane oppure ricami fantasiosi (vedi foto). Date spazio alla vostra creatività e dopo lasciate riposare la vostra splendida cassata siciliana “handmade” in frigorifero, fino a una decina di minuti prima di gustarla. Darete così il tempo ai diversi sapori di amalgamarsi e, una volta a temperatura ambiente, di fondersi in un paradiso di dolcezza e sensazioni che rimarrà i vostri commensali piacevolmente sorpresi!

Provare per credere.. buon appetito!

Your

Beauty Guru Per Caso

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...