Un antiage in borsetta? Oggi si può…

ImmagineEccomi di ritorno, per presentarvi un altro immancabile piccolo oggetto di bellezza.. very very easy. “Easy” perchè è economico ed è così semplice da utilizzare che resterete senza dubbio stupiti, ma soprattutto.. udite udite: potrete portarlo sempre con voi, in borsa e perfino in valigia senza dover sacrificare quel “maglioncinomeravigliosoultimogrido” che chiaramente non può mancare tra i must have di un viaggio invernale. Se siete curiosi di conoscere questo piccolo mago della bellezza, ecco svelato l’arcano: tanta meraviglia in pochi grammi di.. sapone! Ebbene si, una semplice saponetta può salvare le nostre pelli miste o grasse dalla decadenza. Attenzione però: non si tratta affatto di quelle schifezze piene di conservanti e profumi sintetici che ci propinano gli spot televisivi o che proliferano sui banconi dei supermercati. Ormai avrete imparato che, se non è naturale meglio evitare, piuttosto che rovinare le nostre già stressate epidermidi, soprattutto in questi periodi di freddo e di “ansia da regalo”! Il sapone che vi propongo e che personalmente ho acquistato in formato tascabile a 2,50 euro da “Biocosmesi e Bellezza Naturale” (negozietto ecobio meraviglioso, per saperne di più https://ilmeglioperte.wordpress.com/2013/11/27/argilla-bianca-una-nuova-scoperta-per-la-mia-pelle-lo-sapevate-che/ oppure cercate la pagina omonima su Facebook), prende il nome da Aleppo, una cittadina della Siria in cui viene prodotto da centinaia di anni artigianalmente, con l’utilizzo delle migliori materie prime. L’originale sapone di Aleppo è privo di conservanti ed additivi di sintesi: gli ingredienti di base per la sua preparazione sono l’olio d’oliva e l’olio d’alloro, che conferisce al sapone proprietà lenitive, antibatteriche ed antiossidanti contro l’invecchiamento della pelle ed il rilassamento cutaneo (evviva l’antiage formato borsa!). Per la semplicità della sua composizione esso è adatto anche a chi soffre di allergie, psoriasi, eczemi e forfora o intolleranze ai profumi comunemente contenuti nella maggior parte dei detergenti, infine è ideale per la pelle dei più piccoli. Esistono saponi di Aleppo con una maggiore o minore percentuale di olio di alloro (solitamente varia dal 4% al 60%) e di diverse dimensioni: dalla tradizionale saponetta ai “mattoni”, che vanno tagliati in pezzi per facilitarne l’utilizzo. Solitamente più è alta la percentuale di olio di alloro, più il sapone tende a sgrassare la pelle, con il rischio che questa si “asciughi” troppo apparendo arida e causando un effetto “tiraggio”. In rari casi l’uso di un sapone con un’alta concentrazione di alloro può dare adito a leggere irritazioni della pelle, ma è un fenomeno passeggero e del tutto innocuo. Se il sintomo persiste, è il segnale che dovete passare ad una gradazione inferiore di alloro. Per questo è bene iniziare sempre utilizzando la più bassa percentuale, a prescindere dal dermotipo, verificando gli effetti un pò alla volta per giungere alla soluzione più adatta alle proprie esigenze. Vi lascio adesso un piccolo riassunto delle mille funzioni benefiche del Sapone di Aleppo, con qualche piccola avvertenza sul suo utilizzo:

– Struccante per il viso: lasciare agire la sua schiuma per soli cinque minuti prima di risciacquare ed ottenere gli effetti di una vera e propria maschera di bellezza purificante

– Adatto alla rasatura per gli uomini ed alla depilazione per le donne: insaponare la zona interessata con acqua tiepida, procedere alla rasatura o depilazione, infine risciacquare con acqua fredda per chiudere i pori della pelle

– Shampoo leggero per capelli: con l’accortezza di risciacquare in seguito la chioma con una soluzione di acqua e aceto, in modo da riportare il ph a livelli ottimali

– Effetto antitarme: se inserito in armadi o cassetti

– Detersivo per il bucato a mano o in lavatrice: ridotto in scaglie con l’aiuto di una grattugia o un coltello, perfetto per igienizzare la biancheria intima.

PRECAUZIONI SULLA CONSERVAZIONE: dopo l’utilizzo, è consigliabile non chiudere la saponetta in uno dei soliti contenitori di plastica. Preferite piuttosto un portasapone di legno oppure in un fazzoletto di cotone in modo che le sue qualità rimangano inalterate.

Aggiornatemi sui progressi della vostra pelle!

Your

Beauty Guru per Caso

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...